LE LUCI ALLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA CON DUE CANZONI

Il 1 settembre “Ruggine” di Daniele Gaglianone, con l’inedito “Un campo lungo cinematografico” (da ieri il videoclip in esclusiva su Repubblica XL)

L’8 settembre “Piazza Garibaldi” di Davide Ferrario, un docufilm sulla dis-unità d’Italia,con “L’amore ai tempi dei licenziamenti dei metalmeccanici”


Un’altra grande soddisfazione per Le luci della centrale elettrica, il progetto dell’artista ferrarese Vasco Brondi, che sarà presente alla Mostra del Cinema di Venezia con ben due canzoni.

Il 1 settembre sugli schermi del Lido sarà proiettato “Ruggine”, un film di Daniele Gaglianone con Stefano Accorsi, Filippo Timi, Valeria Solarino e Valerio Mastandrea, per il quale Vasco Brondi, su richiesta dello stesso regista, ha scritto il brano inedito “Un campo lungo cinematografico” che vede la partecipazione di Rachele Bastreghi dei Baustelle. Del brano è stato realizzato anche un videoclip, sempre con la regia di Daniele Gaglianone, che utilizza immagini del film e che da ieri è on-line in esclusiva su Repubblica XL.

L’8 settembre sarà invece la volta di “Piazza Garibaldi” il docufilm realizzato da Davide Ferrario con l’obiettivo di verificare il rapporto tra passato e presente, partendo da Bergamo, una volta “Città dei Mille” e oggi roccaforte padana, per arrivare fino a Teano. Nel film, che vede la partecipazione tra gli altri di Marco Paolini, Luciana Litizzetto e Filippo Timi, è presente la canzone “L’amore ai tempi dei licenziamenti dei metalmeccanici”, contenuta nell’ultimo album de Le luci della centrale elettrica “Per ora noi la chiameremo felicità”.

“Paradossalmente scrive Vasco Brondi ci sono due canzoni delle luci a Venezia, sono contento e un po’ stupito. Sono su due film di due registi che amo molto. Spero che le canzoni riescano a difendersi da sole, a prendere qualche altro significato dalle immagini trasmesse e magari a trasmettere qualcos’altro a quelle immagini.”

E il 3 settembre, con un concerto speciale al Teatro Romano di Verona, si chiude il tour di “Per ora noi la chiameremo felicità”, dopo quasi 60 concerti.

Esclusiva XL. “Un campo lungo cinematografico”. Le Luci della Centrale Elettrica per “Ruggine” from videodrome-XL on Vimeo.