DA OGGI SU XL LA COMPILATION GIBILTERRA IN DOWNLOAD GRATUITO


E’ disponibile da oggi in download gratuito sul sito del mensile LA REPUBBLICA XL, (al link http://videodrome-xl.blogautore.repubblica.it/2012/05/30/gibilterra-land-la-compilation/) la prima compilation GIBILTERRA LAND.

Quando la direzione di XL ci ha proposto di realizzare questa compilation abbiamo pensato che fosse davvero il modo più bello per unire sotto il nostro faro tutti gli artisti con cui lavoriamo e alcuni di quelli con cui, nel corso di questi due anni, siamo entrati in contatto.
Ecco quindi che la tracklist è divisa in tre blocchi ideali: la prima parte con gli artisti del roster Gibilterra, ovvero Baustelle, Virginiana Miller, Le luci della centrale elettrica, Vincenzo Costantino Cinaski, Claudia is on the sofa e :absent.
Nella seconda parte ci sono invece i tre gruppi della “prima Gibilterra”: Dabol, Rino Ceronti e Grandi Animali Marini, questi ultimi presenti con un brano inedito che sarà presente nel loro nuovo album.
Nella parte centrale troviamo i progetti solisti di alcuni dei musicisti che abbiamo avuto il piacere di incontrare in questi due anni e che riteniamo tra i migliori in circolazione ovvero Giovanni Ferrario, Lorenzo Corti e Sebastiano de Gennaro (tutti e tre protagonisti dell’ultimo tour de Le luci della centrale elettrica) oltre a due gruppi, Sinfonico Hololulu e Tabacco, in cui sono coinvolti rispettivamente Daniele Catalucci (Virginiana Miller) e Ettore Bianconi (:absent., Baustelle).
E poi il blocco finale, con Chiara Zocchi, Massimo Giangrande, N.A.N.O. e Giulia Millanta: quattro artisti con cui siamo in contatto da tempo e nei confronti dei quali nutriamo grande ammirazione. Ci fa piacere condividere la loro musica con chi ascolterà questa compilation.

CANZONE PER CANZONE – ARTISTA PER ARTISTA
la tracklist

01 – BAUSTELLE – LA CANZONE DEL PARCO
Gibilterra e i Baustelle si sono incontrati a Milano, alla fine del tour de “I mistici dell’Occidente”. La prima idea su cui lavorare era la ristampa del loro primo album, “Sussidiario illustrato della gioventù”, da tempo fuori catalogo. Da quel disco abbiamo inserito in questa compilation “La canzone del parco”, semplicemente un classico.

Dall’album “Sussidiario illustrato della gioventù” (Il Musichiere), Info: www.baustelle.it


02 – VIRGINIANA MILLER – ALTROVE

Livorno estate 2010, Italia Wave. Ci si siede per cena con i Virginiana Miller, ci si alza dopo aver deciso di fare qualcosa insieme. Video, concerti, altro. Per festeggiare i 15 anni di “Gelaterie sconsacrate”,  che torna adesso nei negozi, ecco uno dei loro primissimi capolavori, “Altrove”.

Dal’album “Gelaterie sconsacrate” (Gibilterra), Info: www.virginianamiller.it


03 – LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA – UN CAMPO LUNGO CINEMATOGRAFICO

Vasco Brondi e i provini del suo secondo album, in un bar di Milano. Poi Ferrara e nuovi ascolti, mentre quelle canzoni rilasciavano lentamente tutta la loro dirompente forza. Un disco, una colonna sonora, un live per XL, il tutto in poco più di un anno e mezzo. “Un campo lungo cinematografico”, per l’appunto.

Dalla colonna sonora del film “Ruggine” (Radiofandango), Info: www.leluci.net


04 – VINCENCO COSTANTINO CINASKI – NIENTE È GRANDE COME LE PICCOLE COSE

CINASKI –  il poeta/bardo amico di Vinicio Capossela, stimato da Dan Fante, pubblicato da Marcos Y Marcos con un libro all’attivo dal titolo brillante: “Chi è senza peccato non ha un cazzo da raccontare”. E tra breve autore di un disco di poesie e canzoni, “Smoke – parole senza filtro”, da cui proviene questa “Niente è come le piccole cose”.

Dall’album “Smoke – parole senza filtro” (Gibilterra), info: http://www.facebook.com/vincenzocinaskicostantino


05 – CLAUDIA IS ON THE SOFA – APPLE TREE

I provini di Claudia Ferretti ci hanno accompagnato in tanti viaggi in macchina, fino a crearsi un loro spazio ideale nel progetto di pubblicare dischi con Gibilterra. Un disco che ogni volta ci sorprende per quanto talento ha speso tra le sue canzoni. “Apple tree” ne è solo un esempio.

Dall’album “Love hunters” (Gibilterra), info: www.claudiaisonthesofa.com


06 – :ABSENT. – BOTU

Scriverlo è più complicato che ascoltarlo. I Baustelle hanno portato in dote un dono prezioso, la musica di Ettore Bianconi, “musica elettronica fatta con un computer che vuole riuscire a fare l’amore”, come dice lui. La sonorizzazione de “Il regno animale” è stata la prima sorpresa, “Infiniti”, l’album di prossima uscita, la seconda. “Botu” è un’anticipazione.

Dall’album “Infiniti” (Gibilterra), info: http://www.facebook.com/absentregnoanimale


07 – DABOL – SCUMMESSA

Si erano messi in mostra su “Demo”, programma di RadioRai. I provini del loro album erano belli, e carichi. Tra Alma, 99 e RHCP. Dal vivo 4est era (ed è) una belva, Pone al basso non è da meno. Dopo l’uscita dell’album ci furono pochi concerti, poi tutto si fermò. E forse ripartirà da qui. Questa è “Scummessa”.

Dall’album “Sisma” (Gibilterra), info: http://www.facebook.com/pages/DABOL/159994322195


08 – RINO CERONTI – ERA IL ‘72

2004, redazione del canale tv All Music. Alessandro De Angelis canticchia le parole di “Giornata solare”. “Bella, cos’è?”, “Una canzone che ho scritto io”. Quella canzone diventa un disco, “Civiltà spettacolo”, prodotto (gratis) da San Livio Magnini (Bluvertigo). Se ne accorgono in pochi, purtroppo. Ma la storia non è ancora finita. Questa è “Era il ‘72”.

Dall’album “Civilità spettacolo” (Gibilterra), info: http://www.facebook.com/CerontiRino


09 – GRANDI ANIMALI MARINI – LE CANZONI NON VOGLIONO DIRE NIENTE

Stare in bilico tra mainstream e indie è una posizione pericolosa. Finita l’avventura con una major i Grandi Animali Marini stanno per tornare con un nuovo disco, lungamente covato. Facemmo insieme un Sanremo, faticoso, iniziato male e finito peggio. Ma ora per fortuna è tutto passato, e siamo tutti più forti.

Dall’album “Sulla cresta dell’ombra” (Gibilterra), info: http://www.grandianimalimarini.it/


10 – GIOVANNI FERRARIO – WAR’S OVER

Musicista, produttore, polistrumentista, personaggio di fascino e riferimento per un’intera scena musicale. Un incontro fondamentale, avvenuto a bordo del tour de Le Luci. Giovanni saggio e testardo, sensibile come pochi. “War’s over” viene da uno dei suoi album più interessanti.

Dall’album “Headquarter delirium”, info:  http://www.giovanniferrario.com/


11 – LORENZO CORTI – REVERENDO BIBLE
Lorenzo è la chitarra di tanto indie-rock italiano, e non solo. Sa sempre come fare, e come farlo bene. Averlo sul palco aggiunge sicurezza e compattezza al suono. Il suo progetto discografico si intitola “Musical Buzzino”, e si ascolta integralmente su soundcloud.

Dall’album, “Musical Buzzino”, info: http://www.facebook.com/pages/musical-buzzino/291806587670


12 – SEBASTIANO DE GENNARO – DONALD FAUUNTLEROY DUCK

Polistrumentista mentale e percussionista animale, visto in azione con Edda, rivisto in azione con Vasco Brondi. Musicista straordinario, persona non comune, entusiasta senza una causa. Sebastiano suona e ti fa “vedere” tutta la musica che gli passa per la testa. Il suo album Hippos Epos ne è solo una dimostrazione.

Dall’album “hippos epos”, info: http://www.sebastianodegennaro.com/


13 – SINFONICO HONOLULU – PLEASE, PLEASE, PLEASE

Daniele Catalucci dei Virginiana Miller raccontava di questa piccola (ma non troppo) ukulele band come di un suo progetto parallelo. Dopo aver ascoltato il disco e rovistato su internet è saltata fuori questa splendida cover degli Smiths che, tra l’altro, sono sempre stati una delle band di riferimento per Simone Lenzi e soci.

Info: http://www.sinfonicohonolulu.it/


14 – TABACCO – UOMONI CHE VOLANO

Nato come side-project di Ettore Bianconi e del cantante degli Electro-Junk, Andrea Tabacco , l’album di Tabacco – di prossima pubblicazione – è arrivato a Gibilterra nel bel mezzo dei lavori di preparazione di questa compilation. Ragione in più per inserirlo dentro, con un brano manifesto di elettronica e spoken words dall’andamento ipnotico come “Umini che volano”.


15 – CHIARA ZOCCHI – JE VAIS BIEN

Scrittrice, musicista, performer, dark lady, personaggio tv. Chiara Zocchi ha un che di particolare in quello che fa, e le idee chiare su quello che vuole. Come l’album di canzoni scritte parte in italiano e parte in francese cui sta lavorando. Intanto aveva pronto un singolo, “Je vais bien”, uscito online qualche mese fa, e che ci ha prestato per farne un’anticipazione del disco.

Info: http://www.chiarazocchi.it/


16 – MASSIMO GIANGRANDE – CHI TACE ACCONSENTE

Al termine di un concerto dei Virginiana Miller in un parco di Porretta Terme, il fonico del posto ha diffuso dagli speaker una serie di canzoni, che hanno iniziato a farsi ascoltare durante i saluti. Erano canzoni perfette, dai giri armonici semplici e suggestivi. Alla domanda “Cosa stiamo ascoltando” venne fuori il nome del cd e anche il suo autore, che era lì. Ci ha prestato questa bella canzone, cosa di cui lo ringraziamo.

Dall’album “Directions”, info: http://www.facebook.com/pages/Massimo-Giangrande/45171873023


17 – N.A.N.O. – CUORICINO

Emanuele Lapiana era il leader dei C.O.D., band alternative-rock dei primi anni ’90 in forza alla Virgin Records. N.A.N.O. è la sua incarnazione successiva, ed è la sigla dietro la quale lo abbiamo rincontrato una sera a Nave (BS), a casa del fonico e produttore Marco Tagliola. “Cuoricino” è una delle canzoni dell’album “…” che ci hanno maggiormente colpito.

Dall’album “I racconti dell’amore malvagio”, info: http://www.ilnano.it/


18 – GIULIA MILLANTA – FLOATING

I suoi provini sono arrivati un anno fa, il suo disco era praticamente pronto, i suoi viaggi negli Stati Uniti erano continui. Non potevamo dedicarci alla sua musica in quel momento, ma qualcosa del suo disco ci è sempre piaciuto. “Floating” era il brano perfetto per chiudere questa compilation, anche se il suo album ha tante altre cose belle.

Dall’album “Dropping down” (Ugly Cat Music), info: http://www.giuliamillanta.com/