CONCERTO SPECIALE DELLE LUCI IL 3 sett. al Teatro Romano di Verona

A dieci mesi dall’uscita dell’album “PER ORA NOI LA CHIAMEREMO FELICITA'” (12.000 copie vendute) si chiude il tour che ha visto LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA impegnate in più di cinquanta concerti.

Un tour particolare, diviso in tre parti: l’anteprima teatrale di presentazione, che ha toccato teatri importanti come l’Odeon di Firenze, il Camploy di Verona, l’Auditorium Parco della Musica di Roma, il Del Verme di Milano e il Teatro Comunale di Ferrara, la seconda parte nei club, dove per la prima volta sul palco delle Luci si sono aggiunte le percussioni e la terza parte, quella dei concerti estivi, dove oltre alle percussioni è comparso stabilmente anche il basso.

Più di cinquanta concerti in cui Vasco Brondi ha avuto il piacere di essere accompagnato da alcuni dei musicisti più importanti della scena italiana: da Enrico Gabrielli a Rodrigo D’Erasmo, da Lorenzo Corti a Cristiano Calcagnile, da Sebastiano De Gennaro a Giovanni Ferrario.

E per concludere un anno così importante, che ha visto il progetto dell’artista ferrarese prima come opener dei concerti di Lorenzo “Jovanotti” Cherubini e poi sul palco con Francesco De Gregori al Traffic di Torino, ecco una data speciale, in un luogo magico, con un concerto unico e irripetibile.

“L’ultimo concerto dell’estate e di questo disco – scrive Vasco Brondi – Per ora noi la chiameremo felicità.
In un posto bellissimo, tra le macerie di un altro tempo.
Pensavo di confondere le mie canzoni con quelle degli altri.
In una specie di spettacolo pensato apposta, solo per una sera.
Con questa orchestra distorta, i disegni sullo sfondo, delle letture improvvise, degli interventi di altri musicisti, dei cieli dipinti con i pennarelli scarichi.”

I biglietti per il concerto di Verona, organizzato da Eventi Verona (www.eventiverona.it) sono già disponibili on line:
TICKET ONE
GET TICKET